IT EN

Il progetto fonde due appartamenti. Il primo, quello da cui si è mossa l’iniziativa della fusione, era stato ristrutturato in modo pressoché completo solo pochi anni prima. Questo ha inevitabilmente dato impulso alla tematica del riuso ed una particolare attenzione al contenimento dei costi. Si è deciso di unire i due appartamenti attraverso un’ampia zona giorno con cucina a vista, che potesse porre i proprietari e la loro dimora in modo moderno verso gli ospiti. Abbiamo fatto entrare luce laddove non c’era, ricavando un “angolo vetrato”, che insieme alla pulizia dei materiali sono stati i motivi conduttori della progettazione. Il bianco ed il nero hanno animato tutta la zona giorno. La cucina è stata realizzata con ante in alluminio e vetro retro smaltato con effetto satinato e Kerlite per il piano. I pavimenti in parquet industriale a listelli fini di diverse essenze. Le tinteggiature a pennello con doppia velatura con effetti bronzo, oro, rubino, onice, madreperla. Le porte sono alternate tra raso muro e fuori muro. Le luci sono incassate, o fatte di neon inseriti in appositi incavi. In un bagno abbiamo utilizzato il vetro retro smaltato come rivestimento, con lastre rettangolari di colori alternati. Tutto l’intervento è stato condotto con l’attenzione per il dettaglio dando vita a quello che noi definiamo Re-Housing!


Torna alla galleria

Precedente Successiva
un'antica cascina come punto di osservazione privilegiato per trovare se stessi